News Politica

CONFERENZA REGIONI: NUOVI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEI FINANZIAMENTI

In mattinata, il presidente della regione Donato Toma, ha presieduto la Conferenza delle Regioni nel corso della quale è stata deliberata l’intesa sul riparto dei fondi per la sanità, assistenza domiciliare e il caro energia.

CONFERENZA REGIONI: NUOVI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEI FINANZIAMENTI

Giornata di impegni e incontri importanti oggi a Roma per il presidente della Regione Molise Donato Toma. In mattinata, ha presieduto (foto) la Conferenza delle Regioni nel corso della quale è stata deliberata l’intesa sul riparto dei fondi per la sanità. “C’è stato un consenso unanime sulla ripartizione delle risorse stanziate dal Governo per il Sistema Sanitario Nazionale – spiega il presidente – Era necessario ratificare l’accordo politico sul Riparto del Fondo, che avevamo raggiunto il 2 dicembre”. E’ stato anche dato il via libera al Decreto che individua nuovi criteri di riparto e costituisce la base per i futuri fondi del servizio sanitario nazionale. Approvato inoltre il riparto delle risorse PNRR destinate al rafforzamento dell’Assistenza domiciliare, pari a 2,7 miliardi di euro. Infine, sono state sbloccate le risorse pari a 1,6 miliardi che il Governo, con gli ultimi provvedimenti emanati, destina a copertura dei maggiori costi sostenuti per il Covid e il caro energia. Il presidente ha poi raggiunto il Mise dove ha partecipato alla Commissione Sviluppo Economico e incontrato il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso.
In serata ha infine incontrato l’altro ministro – agli Affari Europei, Sud, Politiche di Coesione e Pnrr – Raffaele Fitto cui Toma ha esposto le problematiche relative al bilancio, evidenziando la necessità di un provvedimento statale utile a risanare principalmente la quota debitoria 2021 di 41 milioni. “Abbiamo parlato del maggiore disavanzo generato dai residui attivi vetusti ed inesigibili e dal fardello dei debiti fuori bilancio piovuti dal passato, compresi quelli della sanità, a cui comunque abbiamo dovuto far fronte. “Ho trovato nel ministro la disponibilità a interessarsi della questione e a rappresentarla al governo. È necessario e urgente trovare soluzioni per ridare al Molise la possibilità di programmare e decidere del proprio futuro. Con il ministro Fitto ci rivedremo a gennaio”.

Torna alla lista

Post correlati