Rassegna Sanità

PERSONALE SANITARIO ASSUNTO CON PARTITA IVA, BOCCARDO /UIL): “A ROMA PER GIUNGERE A UNA SOLUZIONE DEFINITIVA”

“Tra le numerose tematiche affrontate a ieri Roma - afferma la segretaria della UIL Molise, Tecla Boccardo -, abbiamo posto un forte accento sulla tutela e valorizzazione del personale Covid dell’Asrem da stabilizzare. Al momento per loro, oltre al danno economico, anche la beffa di non vedersi riconosciuta la prestazione lavorativa effettuata con partita iva durante il Covid. Per questo la UIL ha avviato un proficuo confronto con l’onorevole Cesa che si è reso disponibile per la definizione concreta di un percorso certo e raggiungibile rispetto alla loro stabilizzazione in tempi brevi. L’impegno assunto da Cesa - spiega la sindacalista -, è stato quello di presentare un emendamento alla Legge di Bilancio che possa superare le criticità delle attuali soluzioni territoriali che difficilmente potranno dare risposte a questa situazione. Questo è il momento giusto per sanare la questione, ma ciò diventa possibile solo se l’emendamento che l’onorevole Cesa presenterà, unitamente alla delegazione parlamentare molisana, sarà inserito tra i 400 ammissibili alla Legge di Bilancio. Il sistema sanitario va ristrutturato partendo da personale che non può essere precario per evitare, come già accaduto, l’emigrazione di questi nostri professionisti verso gli ospedali delle regioni limitrofe” - conclude Tecla Boccardo.

PERSONALE SANITARIO ASSUNTO CON PARTITA IVA, BOCCARDO /UIL): “A ROMA PER GIUNGERE A UNA SOLUZIONE DEFINITIVA”
Torna alla lista

Post correlati